Si potrebbe dire meglio tardi che mai, oppure tanto tuonò che piovve, certo è che ancora qualche anno e la Nuova Stratos progettata otto anni fa da Michael Stoschek sarebbe dovuta arrivare sul mercato completamente elettrica. Invece non solo andrà in produzione con il suo look originale che ricorda la mitica Stratos degli anni 70, ma può contare sulla meccanica di derivazione Ferrari come in origine. A produrla sarà la Manifattura Automobili Torino che la presenterà al Salone di Ginevra e ne produrrà anche una serie limitata di 25 esemplari. Ricordiamo che in origine la meccanica era quella di una Ferrari 430 Scuderia, con il telaio realizzato in alluminio ma con passo accorciato per avere le stesse proporzioni della Stratos originale.

ll motore era il V8 4.3 litri aspirato portato nella sua ultima evoluzione a 550 cv e 519 Nm, abbinato ad un cambio sequenziale a sei rapporti. Le prestazioni dichiarate sono eccellenti con uno scatto da 0-100 km/h in 3,3 secondi, per poi arrivare a 200 km/h in 9,7 secondi per una velocità massima fino a 330 km/h.

L’impianto frenante, sarà dotato di moderni dischi carboceramici abbinati a pinze a sei e quattro pistoncini, che consentirà alla leggera supercar una capacità di arresto in soli 2,2 secondi da 100 Km/h.  Grazie alla carrozzeria in fibra d carbonio ed una cura maniacale per ogni dettaglio la bilancia della New Stratos si fermerà su un peso di 1.247 kg a secco con un rapporto peso potenza di 2,3 kg/cv. Il carattere corsaiolo della vettura è dato dal fatto che si possono portare due caschi in appositi vani ricavati nelle portiere.  La disponibilità di soli 25 esemplari consentirà al produttore di soddisfare ogni volontà dei clienti attraverso una personalizzazione che farà ogni esemplare della New Stratos un modello unico. Allo studio anche una versione GT ed anche una particolare variante denominata  Safari chiaramente ispirata alla Stratos originale che correva la gara più dura del mondo dei rally in terra africana. Al Salone di Ginevra saranno presentate le diverse varianti, ma soprattutto sarà rivelato il prezzo ed i tempo di consegna.

Possiamo già anticipare che indipendentemente da quanto costerà, i 25 esemplari andranno venduti già prima della presentazione alla manifestazione svizzera.

Daniele Amore - Media Specialist - GTRent 

Blog www. giornalemotori.com

GALLERY